bjditalia
HOME
GUIDE
INFO DOLLE
FAQ
AZIENDE BJD
DEALER
VIDEO
GALLERY


Come evitare i recast (le copie illegali delle BJD)
 


Anche nel bellissimo e costossissimo mondo delle BJD (come in tutto ciò che può considerarsi "di lusso") esistono i falsi...

Senza generalizzare o puntare il dito accusatore, la maggior parte dei falsi prodotti nel mercato delle BJD viene dal mercato cinese.
In questo topic non si può non affrontare l'etica che sta dietro all'acquisto di un prodotto originale.

Intanto una BJD nasce in un modo che probabilmente è uguale per ogni casa che le produce:

 un artista ci ha pensato su, l'ha scolpita dal nulla, le ha dato una forma unica e un mold che è diventato famoso e amato da tutti. E' una vera e propria opera d'arte.
 qualcuno, che potrebbe anche non essere lo stesso artista ma un suo collega, ha creato un sistema di joints nuovo, un'idea innovativa, una resina dal colore particolare...
 la casa che la produce utilizza la resina della migliore qualità possibile, crea sistemi perché non sia tossica, sia maneggiabile con sicurezza (ricordo che la resina delle BJD di buona qualità non è tossica in forma di doll, non va inalata se si scartavetra la doll per esempio...).

Che succede quando viene prodotta una doll "rubata"?

 qualcuno, furbo e senza scrupoli, decide di saltare tutto il processo creativo che si trova alla base di una BJD, lo studio sui joints e sulla resina e di andare direttamente alla mera produzione in serie.
 per fare ciò questo qualcuno ha bisogno di avere almeno una doll originale sulla quale viene fatto il processo inverso, ossia preso un calco e creato uno stampo per poterla riprodurre.
 La casa produttrice non riceve neanche un euro per tutto il suo lavoro. A lungo andare questo può portare conseguenze gravissime: innalzamento dei prezzi per rientrare dalle perdite, abbassamento degli standard di qualità, chiusura dello stesso laboratorio.

Le domande da porsi sono, ovviamente:

D. Ma il calco farà creare una doll veramente identica?
R. Sicuramente no, ma è quasi impossibile capirlo se non si hanno sia la doll originale che quella copiata da confrontare cosa che, in genere, non è possibile. Un grande conoscitore di una particolare doll potrebbe capirlo anche solo vedendola, senza avere l'originale da confrontare.
D. Ma la resina delle dolls false è sicura?
R. E chi lo sa? Parliamo di un materiale di sicura tossicità (la resina stessa lo è se inalata e la resina non mescolata e trattata bene lo rimane anche da "secca"), non sarebbe la prima volta che roba contraffatta risulta essere anche dannosa, potrebbe essere benissimo valido anche per le dolls. Come si fa ad essere certi che un processo di produzione ultra economico comprenda anche una produzione di resina sicura? E' impossibile a dirsi.
D. Ma costa tanto poco? Evviva almeno posso averne una anche io pagandola due soldi!
R. Ma sei sicuro di volerla davvero una BJD?

L'ultima non e' una risposta retorica, senza parlare della moralità che ci si trova dietro.

Le Ball Jointed Dolls sono sicuramente una cosa bellissima ma non sono di certo fondamentali per la sopravvivenza né, tanto meno, sono giocattolini che si possano accumulare così per fare (almeno, la maggior parte di noi comuni mortali che campano con uno stipendio non può farlo). Non c'è niente di più bello di aspirare ad una doll e poterla, dopo lungo risparmio, acquistare ed avere in casa... E non ditemi che avere una copia è lo stesso, perché chiunque abbia un po' di criterio sa che non è vero.
Visto che dietro ad una BJD non c'è solo un po' di resina ma c'è un impegno artistico, produttivo ed innovativo non indifferente, equiparare una BJD originale ad una copia "rubata" e' come paragonare un Rolex vero con uno di latta.

Quindi occhio a quello che comprate, poche piccole regole possono tutelarvi dalla fregatura, anche se purtroppo, non c'è sicurezza totale a meno di comprare il nuovo dal produttore originale oppure l'usato da un venditore molto affidabile...

COME TUTELARE I PROPRI ACQUISTI:

Volete una doll nuova? Compratela direttamente dalla casa produttrice o dai dealers autorizzati. NON vi fidate di negozi Ebay che si spacciano per dealers, andate sul sito originale e controllate chi è autorizzato alla vendita. Se non ci fosse scritto, andate ad informarvi, o qui oppure su altri forum di fiducia (come il DoA). Nel dubbio, lasciate perdere e comprate dal sito originale!

Volete una doll usata per averla subito o pagarla un po' meno, oppure perché l'avete mancata alla sua uscita e non la vendono più? Benissimo, capita molto spesso... Ecco alcuni passi che potrebbero aiutarvi.

Il venditore:
- esaminate i suoi feedback;
- diffidate di venditori con 0 feedback o con pochissimi feedback rilasciati sempre dallo stesso utente;
- diffidate di venditori che espongono solo le foto fatte dalla casa originale e non le loro. Su Ebay è vietato e potete fargli chiudere l'asta, ma su altri siti non lo è;
- se il venditore ha acquistato la bjd nuova e dal sito, chiedetegli di mostrarvi (se è possibile, e non in tutti i casi lo è: non tutti rilasciano certificati) uno screen dell'ordine, la ricevuta, il numero di serie, il certificato di autenticità.
- cercate di scoprire l'indirizzo Deviantart, flickr o lo username del Doa e controllate se sono state postate foto dell'arrivo o foto in tempi "non sospetti" (i recast sono partiti indicativamente nel 2010).
- Ovviamente bambole che hanno cambiato molti proprietari possono essere più difficili da tracciare...

Il contenuto:
- chiedete sempre una foto della doll e, possibilmente, pretendete il certificato di autenticità o le carte che arrivano insieme con la doll originale. Considerate che, visto il rischio di copie, ormai quasi tutte le case serie fanno accompagnare la doll da un certificato di autenticità, alcune addirittura scrivono il nome del proprietario sul certificato.
- richiedete sempre la scatola o, se non è disponibile, foto di essa (foto di deboxing ad esempio)
- informatevi anche su eventuali pezzi in più (ad esempio nelle Unoa lo stand, il puller, il meccanismo degli occhi, ecc).

Ovviamente questi passi non tutelano al 100%, ma è già qualcosa che si può fare.


Ecco una lista (indicativa!!! e probabilmente mai aggiornata, dato che vengono recastate continuamente nuove bjd) di alcuni recast conosciuti, e delle differenze che hanno con gli originali.

In generale, se vedete bjd con un colore diverso da quelli che la casa produce diffidate sempre!

Fairyland
- la resina, è diversa, più gialla o più rosa a seconda dei batch... Salvo cambiamenti di resina e ingiallimenti dovuti all'età.
- richiedere sempre la scatola
- solitamente alcuni pezzi tendono ad essere lucidi, mentre i recast sono più opachi.
Linee recastate:
Pukipuki, Pukifee (alcuni recast non hanno la calamita nel polso, polso e mano sono uniti. Altri recast hanno la calamita nel polso ma non nella schiena e nel sedere), Littlefee (ci sono differenze nei polsi), Minifee Chloe, FeePle 65 Chloe anche tan.

Volks
- Vengono falsificate anche le targhette dietro la testa.
- La resina Volks è pesantissima, quella dei recast solitamente no. Una foto sulla bilancia può aiutare.
Linee recastate:
Praticamente tutti i modelli.

Alchemic Labo
- Non è mai stata rilasciata nessuna Unoa tan né di altri colori (a parte delle White Skin rarissime). Le Unoa Tan o colorate sono recast.
- Di solito i recast non hanno il meccanismo degli occhi (i plate hanno comunque i buchi però)
- Le confezioni originali delle Unoa comprendono stand e puller.
Linee recastate:
Unoa Lusis e Sist, Unoa Zero, Chibi.

Soom
- Ogni limited ha un codice che riporta a un database del sito col nome di chi l'ha ordinata.
- C'è un certificato, che alcuni recastatori hanno cercato di falsificare.