bjditalia
HOME
GUIDE
INFO DOLLE
FAQ
AZIENDE BJD
DEALER
VIDEO
GALLERY
Negozi ITALIANI




Tutto sulla cura delle WIGS!
By Michy



Una wig può essere gestita in modi diversi a seconda del materiale (fiber, heat-resistent fiber, fibre naturali come mohair/alpaca, ecc.) e del tipo di piega (liscio/frisee o boccoli).
 
FIBER: possono essere acconciate con pettini/spazzole/bigodini, ma stando attenti a non porle vicine a fonti di calore (phon e piastra inclusi) per evitare che il materiale di cui sono fatte si sciolga/danneggi irreparabilmente.
 
HEAT-RESISTENT FIBER: sono segnalate come tali sul sito del venditore, possono essere acconciate con pettini/spazzole/bigodini e messe in piega con phon e piastra per capelli.
Fare SEMPRE prima una prova per sincerarsi che la fibra della wig non si danneggi col calore: prendete un capello e vedete se, esposto all'aria calda o alla piastra, si arriccia come se si stesse bruciando.
 
MOHAIR/FIBRE NATURALI: è consigliabile non pettinarle o utilizzare piastre o simili se non si ha ricevuto dal venditore una specifica in merito.
Le wig in questi materiali sono spesso tinte con colori naturali che possono stingere o sbiadirsi se sottoposte al calore, quindi chiedete sempre al venditore se ci sono accortezze particolari da seguire.
 
 
* ~ Pettinare e acconciare le wig ~ *
 
Tenete conto che, molto più dei capelli umani, le wig tendono a sfibrarsi se pettinate o acconciate spesso: cercate di ridurre al minimo le scapigliature, conservando le parrucche in una retina (di solito viene inviata assieme alla wig) ed in una bustina di plastica.

Tagli e acconciature diverse richiedono ovviamente gestioni differenti: le wig lisce e corte si rimettono in piega in pochi secondi e senza troppi danni, mentre quelle acconciate non andrebbero pettinate per non danneggiarne la forma, a meno di non volerla disfare e ricomporre da capo. Per quelle con i boccoli c'è una sezione a parte qui sotto.
 
MOHAIR/FIBRE NATURALI

Come sopra, è sconsigliato pettinarle: al più le si può districare delicatamente con le dita, dopo aver lavato accuratamente le mani per non "ingrassare" la fibra; per acconciarle, si possono utilizzare prodotti specifici per wig oppure semplicemente l'acqua.

Le wig in questi materiali sono spesso tinte con colori naturali che possono stingere o sbiadirsi se sottoposte al calore, quindi chiedete sempre al venditore se ci sono accortezze particolari da seguire.
 
FIBER - LISCE, FRISEE

Si può utilizzare, a scelta, un pettine o una spazzola, tenendo conto che è meglio preferirle in legno o con i dentini in ferro, perché la plastica rende elettrica e ancor più disordinata la parrucca.
 
* tagli corti: pettinare o spazzolare con attenzione e delicatezza, stando molto attenti a non toccare il cap o l'attaccatura dei capelli, per evitare di strappare le cuciture che tengono insieme le ciocche.
 
* tagli lunghi: pettinare o spazzolare con attenzione e delicatezza; afferrate una o più ciocche ad uno o più centimetri dall'attaccatura del cap con le dita e procedete a spazzolarne la lunghezza: in questo modo non rischierete di strappare via i capelli dalle cuciture e potrete sbrogliare i nodi senza rischi.
 
* Acconciare: tenete conto che dovrete compiere questa operazione tenendo la wig appesa su un apposito supporto o sul pomello di una sedia o sul tappo di un flacone di shampoo/quello che vi pare, in modo che rimanga in forma e, se molto lunga, possa distendersi per tutta la sua lunghezza.
Le wig vanno sempre fatte asciugare completamente prima di essere rimesse sulla bambola o potrebbero stingere.

Si possono utilizzare i bigodini (scegliendo la misura in base al tipo di risultato che si vuole ottenere), avendo cura di lasciarli in posa e far asciugare la wig completamente, tenendola all’aria e all’ombra e non espondendola alle fonti di calore (phon o piastra), perché potrebbe bruciarsi o danneggiarsi irrimediabilmente.

Nota bene: c’è chi utilizza il metodo dell’immersione della chioma con i bigodini nell’acqua bollente per fissare la piega: fatelo a vostro rischio e pericolo! Le wig in fiber semplice non sono fatte per essere esposte al calore, quindi può dirvi bene come bruciarsi/fondersi la fibra. Se volete cimentarvi in questi lavori, è consigliabile acquistare ciocche o parrucche in heat-resistent fiber.
 
 
HEAT-RESISTENT FIBER – LISCE, FRISEE

Si può utilizzare, a scelta, un pettine o una spazzola, tenendo conto che è meglio preferirle in legno o con i dentini in ferro, perché la plastica rende elettrica e ancor più disordinata la parrucca.
 
* tagli corti: pettinare o spazzolare con attenzione e delicatezza, stando molto attenti a non toccare il cap o l'attaccatura dei capelli, per evitare di strappare le cuciture che tengono insieme le ciocche.
 
* tagli lunghi: pettinare o spazzolare con attenzione e delicatezza; afferrate una o più ciocche ad uno o più centimetri dall'attaccatura del cap con le dita e procedete a spazzolarne la lunghezza: in questo modo non rischierete di strappare via i capelli dalle cuciture e potrete sbrogliare i nodi senza rischi.
 
* Acconciare: tenete conto che dovrete compiere questa operazione tenendo la wig appesa su un apposito supporto o sul pomello di una sedia o sul tappo di un flacone di shampoo/quello che vi pare, in modo che rimanga in forma e, se molto lunga, possa distendersi per tutta la sua lunghezza.
Le wig vanno sempre fatte asciugare completamente prima di essere rimesse sulla bambola o potrebbero stingere.

Trattandosi di una fibra lavorata per resistere alle alte temperature, queste wig possono essere acconciate utilizzando bigodini, phon e piastre per capelli: fate sempre una prova prima su un capello per vedere se la wig resiste effettivamente al calore!
Per fare i boccoli viene utilizzata una tecnica che prevede di immergere le ciocche con i bigodini nell’acqua bollente per qualche secondo per fissare la piega: ci sono tutorial in rete che spiegano come fare, ma anche qui procedete sempre con una prova prima, immergendo un capello della wig nell’acqua bollente e vedendo come reagisce.
 
 
WIG CON BOCCOLI

Si può utilizzare, a scelta, un pettine o una spazzola per rimettere in forma i boccoli, tenendo conto che è meglio preferirle in legno o con i dentini in ferro, perché la plastica rende elettrica e ancor più disordinata la parrucca.
 
Che siano fiber o heat-resistent fiber, la questione non cambia:
1. Fissate la wig sulla testa della bambola (con un cap di silicone) oppure fissatela al pomello di una sedia/fatela tenere a qualcuno, perché vi serviranno entrambe le mani libere.
2. Prendete una ciocca alla volta: tenetela saldamente con le dita ad uno o più centimetri dall'attaccatura del cap e procedete a spazzolarne con delicatezza la lunghezza, in modo che non ci siano più arruffature o nodi. State molto attenti a non toccare il cap o l'attaccatura dei capelli, per evitare di strappare le cuciture che tengono insieme le ciocche.
 
3. Una volta sbrogliata la ciocca, arrotolate il boccolo (tenderà a riprendere la sua forma, seguitene il verso) con le dita e, quando avrà la forma che vi piace, fate in modo di tenerlo separato dal resto della wig e passate al successivo (io faccio questo lavoro tenendo la wig indosso alla bambola: tengo i capelli da riordinare sulla schiena e passo i boccoli risistemati al di là della spalla in modo che non mi intralcino).
 
Se ritenete che la situazione sia così compromessa da non permettervi più di rimettere in forma la wig in questo modo, potete procedere con un lavaggio (vedi sezione successiva) ed eventualmente, se non riuscite a dare ai boccoli una forma nemmeno così, procedere ad un’asciugatura con i bigodini o, solo per le heat-resistent fiber, col metodo che prevede di immergere le ciocche con i bigodini nell’acqua bollente per qualche secondo per fissare la piega.
Ricordatevi che le wig si sfibrano con i lavaggi, perciò cercate di ridurli al minimo.
 
Nota bene: per avere dei boccoli in buone condizioni è indispensabile utilizzare la retina che normalmente arriva insieme alla wig e tenere il tutto in una bustina di plastica: ricordatevi di infilare sempre la parrucca nella retina, sia quando la riponete, sia se decidete di farla indossare alla vostra doll quando la portate fuori casa.
Spesso le ditte allegano, soprattutto per le wig con i boccoli, un disco di cartoncino dentro a cui è infilata la parrucca: conservatelo! Impedirà ai boccoli di venire schiacciati quando la parrucca sarà riposta in una scatola/borsa.
 
 
* ~ Lavare una wig ~ *
 
Ricordatevi che le wig si sfibrano con i lavaggi, perciò cercate di ridurli al minimo.
Il procedimento riguarda le wig fiber e heat-resistent fiber.
Per le wig in mohair/fibre naturali chiedere sempre specifiche al venditore, perché la fibra potrebbe danneggiarsi utilizzando alcuni detergenti o stingere a contatto con l’acqua.
 
1. Preparare una bacinella di acqua fredda.
 
2. Sciogliervi dentro un detergente tipo sapone per piatti o ammorbidente per abiti (non usare prodotti per umani! Potete utilizzare quelli per wig per umani, al limite).
 
3. Immergere la wig, muovendola delicatamente un po’ nell’acqua, e lasciarla in posa per qualche ora, meglio se per tutto un pomeriggio o la notte.
 
4. Togliere la wig dalla bacinella, strizzarla delicatamente con le mani e preparare una seconda bacinella di acqua fredda pulita.
 
5. Immergere la wig nella bacinella di acqua pulita, muoverla un po’ nell’acqua con delicatezza e ripetere l’operazione con una seconda/terza bacinella di acqua finché la parrucca non sarà stata ben risciacquata. Nel caso delle wig con i boccoli, non metterle sotto il getto diretto del rubinetto!
 
6. Se la wig è corta/liscia/mossa/frisee, è possibile tamponarla delicatamente e senza torcere con un asciugamano. Se la wig ha i boccoli, a meno che non li si voglia rifare, strizzarla solo con le mani.
PASSAGGIO EXTRA per bigodini! Se si vogliono applicare bigodini, questo è il momento: avendo cura di non pettinare la parrucca (l’attaccatura da bagnata potrebbe cedere facilmente), avvolgere le singole ciocche nei bigodini e fissarle bene.
 
7. Appendere la wig su un supporto che la tenga sollevata (un supporto per wig o sul pomello di una sedia o sul tappo di un flacone di shampoo/quello che vi pare), in modo che rimanga in forma e, se molto lunga, possa distendersi per tutta la sua lunghezza per asciugarsi.
 
8. Lasciare la wig all’aria e all’ombra fino a completo asciugamento. Le wig vanno sempre fatte asciugare completamente prima di essere rimesse sulla bambola o potrebbero stingere.
 
Solo nel caso delle heat-resistent fiber se si vuole fissare il boccolo fatto col bigodino si può procedere ad un’asciugatura col phon: tenerlo a temperatura media/minima, velocità minima e ad una distanza di 20-30cm dalla wig.